BONUS PER FIERE INTERNAZIONALI

Il Decreto Crescita (D.L. 34/2019) ha istituito per il periodo d’imposta in corso, un BONUS per le piccole e medie imprese (PMI), esistenti alla data del 1° gennaio 2019,  che partecipano a fiere internazionali. Le fiere internazionali per le quali è riconosciuto il credito d’imposta potranno essere svolte sia in Italia che all’estero.

Risultati immagini per BONUS PER FIERE INTERNAZIONALI

Il fine dell’agevolazione in esame è del tutto evidente: contribuire a rafforzare la visibilità e la qualità delle politiche di internazionalizzazione adottate dalle PMI italiane, mediante il riconoscimento di un credito d’imposta attribuito nella misura del 30% delle spese sostenute e fino ad un massimo di 60.000 euro.

     Il credito d’imposta può essere riconosciuto fino ad un limite massimo di 60.000 euro per le spese che in particolare riguardano:

  • affitto di spazi espositivi,
  • allestimento degli spazi medesimi,
  • attività di pubblicità, promozione e comunicazione connesse alla partecipazione.

Per poter accedere al credito d’imposta, occorrerà presentare telematicamente un’istanza che rileverà l’ordine cronologico di presentazione delle relative domande.  Attenzione però: Il riconoscimento del bonus fiere è subordinato al rispetto dei limiti finanziari posti dalla norma istitutiva che prevede, per l’anno 2020, uno stanziamento di risorse, pari a 5 milioni di euro.  Considerando, dunque, che i primi ad inviare l’istanza avranno la possibilità di fruire del bonus nella misura piena, si suggerisce di raccogliere e fascicolare sin da ora, la documentazione probante la spettanza del credito (contratti, fatture, documentazione probante il pagamento degli importi addebitati per le prestazioni richieste ecc.) in modo da poter provvedere al tempestivo invio della domanda.