BONUS BENI STRUMENTALI IMPRESA 4.0: TUTTI I CAMBIAMENTI

Come spiegato dal Mise sul proprio portale istituzionale, il Piano nazionale Impresa 4.0 è l’evoluzione del piano Industria 4.0 del 2017.

Si tratta di un

a serie di misure per sostenere le

aziende in azioni e investimenti che ne consentano la trasformazione digitale e l’innovazione. Il meccanismo del super e dell’Iper ammortamento è sostituito da un credito di imposta rispettivamente del 6% o del 40%, in relazione all’aspetto tecnologico dell’investimento. Per i beni immateriali invece il credito di imposta è del 15%.  Inoltre viene istituita un’importante novità: un nuovo credito di imposta destinato alla ricerca, all’innovazione. Resta invece confermato il bonus relativo alla ristrutturazione dell’edificio.

Infine, va sottolineata l’apertura dei crediti di imposta agli investimenti innovativi realizzati nelle regioni del Sud, e per gli acquisti di macchinari, impianti e attrezzature che possiedono un basso impatto ambientale.

Il credito d’imposta spetta a tutte le imprese residenti nel territorio dello Stato indipendentemente dalla forma giuridica, dal settore economico di appartenenza, dalla dimensione e dal regime fiscale di determinazione del reddito.

Restano invece fuori dal campo di applicazione della misura agevolata le imprese in stato di liquidazione, o in fallimento.

La fruizione dell’incentivo spettante è subordinata al rispetto delle normative sulla sicurezza nei luoghi di lavoro applicabili in ciascun settore e al corretto adempimento degli obblighi di versamento dei contributi previdenziali e assistenziali a favore dei lavoratori.